Zombi italia!

E.L.I.S.A.

La scorsa settimana sono finita, per puro caso, su questo cortometraggio della Dionea Group.

Bene, avessimo più gente in grado di sfornare prodotti così, magari anche per il grande schermo, e i cinepanettoni potrebbero tornare nella pattumiera dove dovrebbero stare!

La storia è molto “warm bodies”, anche se questo cortometraggio è precedente al film di Jonathan Levine (che, detto tra noi, non è un granchè!), ed è davvero stupendo… la gag del panino al tonno è semplicemente insuperabile e la fotografia è veramente azzeccata, sopratutto nel finale.

Sicuramente da vedere, fosse anche solo per rendersi conto che in Italia abbiamo ancora gente che sa fare cose belle anche con poco!

SINE REQUIE

Sempre parlando di zombie, quest’anno Sine Requie ha festeggiato i suoi primi dieci anni! AUGURI!

Non ditemi che non sapete di cosa sto parlando perchè davvero non ci credo! E’ pure su wikipedia! E quest’anno a Lucca Comics & Games c’era pure la mostra e l’edizione speciale a tiratura limitata!

Il gioco è bello, avvincente e con un’ambientazione originale davvero stupenda… consigliato a tutti, anche perchè è versatilissimo: va bene sia per sedute di gioco d’atmosfera che per serate all’insegna del trash assoluto!

SIMONA FOSSI AKA YUMIZZZ

SineRequie_Augusta_024 by yumizzz
SineRequie_Augusta_024, a photo by yumizzz on Flickr.

Di Sine Requie, tra l’altro, ci sono in giro dei fantastici survival live, un sacco di persone me ne hanno parlato benissimo e se non fossi assolutamente dipendente dalla nicotina probabilmente parteciperei volentieri! Ma questa in realtà è solo un’orrida scusa per parlare invece di una fotografa eccezionale, la cui pagina flickr seguo da anni: Yumizzz!

Cosa c’entrano le due cose? Semplice: Yumizzz è la fotografa ufficiale dei live di Sine Requie e le sue foto rendono le atmosfere talmente vivide e credibili che dopo averle viste 1) vi innamorerete del suo stile 2) vi verrà una voglia pazza di giocare!

SKYPOCALYPSE

E per finire ecco un’altro meraviglioso progetto italiano sugli zombie.

Ora, femiamoci un attimo a riflettere: a voi non è mai capitato di guardare “The walking dead” e di riflettere su quanto è difficile un’apocalisse zombie se sei americano?

Per quei poveracci il posto più sicuro è una prigione con delle recinzioni di fil di ferro! Vi rendere conto? Noi qui abbiamo case in mattoni, borghi fortificati che reggono dal milleduecento… che vorrete mai che sia un’apocalisse zombie???

Ecco… se questo dubbio vi attanaglia la soluzione è guardare la web serie Skypocalypse… ma tenete conto che non stiamo parlando di come affronterebbero l’apocalisse delle persone normali: qui sono tutti nerd senza speranze!… e di conseguenza ci immedesimiamo all’istante e ci rendiamo subito conto che, in caso di apocalisse, noi non potremmo certo essere gli eroi “duri a morire”… ma tutt’altro genere di personaggi!

(BASILICO! cit.)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s