Russia 1 – Italia 0

Sabato ero a Mantova Comics e, mentre salutavo tizio e caia e spettegolavo amabilmente, qui e là, mi sono posta una domanda inquietante:

Chi cazzo è Jannet Incosplay?

Essa è una bella gnocca, questo è chiaro anche per un osservatore distratto, va bene, ma la domanda è, davero: chi cazzo è?

Jannetincosplay: Widowmaker &emdash;

Ignoranza mia, suppongo, e quindi mi sono attaccata come il super attak al fido smartphone e ho chiesto.
Bene, ora lo so.

Essa è una cosplayer Russa di fama non troppo ampia, a giudicare dal numero di ‘mi piace’ alla sua pagina facebook. (147.000 sono un bel numero… ma c’è davvero di molto meglio, in giro!)

Così, mentre spendevo un capitale in fumetti, pensavo:
“Va bene, è topa, questo sì, ma serviva proprio invitare una tizia dalla Russia? Di cosplayer tope in Italia ne abbiamo a pacchi, e visto che in Italia i premi per i cosplay (parlando in euro, sia chiaro), sono praticamente inesistenti, e che l’unico modo per una povera crista, per mantenersi con la sua arte, è quello di accettare ingaggi per fiere e varie come ‘ospite’ o ‘prestentatrice di qualcosa’, non sarebbe carino che almeno si provasse a dare un po’ di lustro alle nostre ragazze?”

Il mio ragionamento filava… ma poi mi sono presa la briga, una volta finiti i soldi e tornata a casa, di guardarmi meglio un po’ di foto in giro per la rete.
Ora, io non sono il genio della lampada, e non dovrei nemmeno giudicare le doti manuali altrui, visto che io non ne ho, ma gli occhi, ecco, gli occhi ce li ho. Quello sì.
Così mi sono guardata un po’ di foto di questa Jannet incosplay… ebbene, cazzo, quei vestiti lì le nostre italiane più note, mica ce li hanno.

Jannetincosplay: Satsuki and Ryuko &emdash;

Anche Giada Robin, con un ottimo Patreon bello avviato e un milioncino di ‘mi piace’ su FB, in confronto è vestita di stracci, e le italiane meno note non sono certo messe meglio.

Sì tesore, le tette nelle cosplayer femmine hanno la loro importanza, ma non potete davvero credere che il successo mondiale e inarrestabile di una Jessica Nigri, a caso, sia dovuto solo a quelle…
Lo avete visto il costume di Sindragosa? Sbavo solo io?

insomma, care cosplayer italiane, mi sa che dovete fare un giro in meno dall’estetista e uno in più in laboratorio, perché siete tecnicamente indietro, come si dice dalle mie parti, come la coda del maiale, e non si può pretendere che veniate chiamate, e magari pagate, solo per le tette… se vi pagano solo per le tette allora non siete cosplayer, siete qualcos’altro…

Quindi, scusate, ma preferisco la Russa Jannet incosplay a molte di voi.

(Nella foto in alto: Giada Robin a sinistra – Jannet incosplay a detra)

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s